Curriculum vitae – Buon Papa (Jan XXIII)

Buon Papa (Jan XXIII)

Papa Giovanni XXIII un giorno camminava per le strade di Roma. Due donne lo stavano seguendo. Uno di loro, quando lo ha notato, disse all'altro : "Mio Dio, quanto è grasso ". Poi il Papa si è voltato e ha detto scherzosamente : “Lo sai molto bene, che il conclave non è un concorso di bellezza ".

Probabilmente sei curioso, com'era papa Giovanni XXIII, che aveva avuto un così straordinario senso dell'umorismo per tutta la vita.

Nasce Angelo Giuseppe Roncalli 25. XI. 1881 r. a Sotto il Monte in provincia di Ber-gamo. Veniva da una numerosa famiglia di agricoltori. Il suo percorso verso il sacerdozio fu lungo, fino a 10. VIII. 1904 r. divenne prete.

W 1915 r. è stato chiamato per il servizio militare. La guerra durava da un anno. All'ospedale da campo di Bergamo è stato prima un paramedico, e più tardi un cappellano. Tutti loro, chi lo ha incontrato, aveva gentilezza e un sorriso. Ha mostrato compassione per i feriti, aiutando a comprendere la sofferenza. Si avvicinò a loro rispettosamente, sapeva come valutare ogni uomo, perché sapeva, che valore ha agli occhi di Dio. Non ci ha prestato attenzione, che ad alcuni dottori e ufficiali il prete non piaceva. Semplicemente non lo infastidiva affatto.

La guerra è finita. Ora dedica il suo tempo ai giovani. Aveva molto cuore per lei. Voleva aiutarla in condizioni difficili. Ci ha pensato anche lui, in modo che i poveri studenti abbiano un posto dove vivere.

Era un uomo molto dotato. Ecco perché il Santo Padre. Pio XI lo mandò per primo in Bulgaria, poi in Turchia, Grecia e Parigi. Era l'ambasciatore del Santo Padre. I suoi compiti erano difficili, e i tempi furono travagliati. Il suo buon cuore e la sua gentilezza verso ogni persona gli hanno aperto il cuore dei fratelli separati. Ha potuto vivere in grande amicizia con loro. Si capivano e si amavano. Con gentilezza, ha cercato di superare tutte le difficoltà e le ostilità nei confronti della Chiesa cattolica. E così ad es.. quando è venuto dal governatore di Costantinopoli, il sig.. Selezionare, è stato ricevuto gelido. Dopo un'ora di conversazione, la situazione è cambiata completamente. Quando Mr.. Ha detto Val in partenza : “Monsignore starà male con noi, siamo maomettani irreligiosi ", e poi p.. Ha risposto Angelo : "Ho convertito i più incalliti". Questo profondo ottimismo era una caratteristica del futuro papa. Le opinioni divergenti non erano un ostacolo insormontabile per lui. Le parole lo testimoniano, che ha diretto a Heriot, Presidente dell'Assemblea nazionale della Francia : Ah !… e cosa ci separa? ? Le nostre opinioni ? Ammetti, è così poco !"W 1952 r. divenne cardinale, e poco dopo il Patriarca di Venezia. Nel suo primo discorso alle sue diocesi, ha detto di sì : “Tuttavia, vorrei soprattutto salutare la tua gentilezza di uomo, che vuole solo essere tuo fratello, bene, accessibile e comprensibile ". E lui era davvero così nella sua vita. Parlava sempre con gentilezza, ma anche con forza persuasiva. Era molto interessato alla vita di tutta Venezia. Ha cercato di soddisfare tutte le esigenze. Pertanto, Venezia non ha ignorato nessuna circostanza, per mostrare al suo Patriarca il più profondo rispetto e amore. W 1958 r. Papa Pio XII è morto, per il quale aveva un amore filiale. Da cardinale è andato a Roma, per partecipare all'elezione di un nuovo papa. Ha persino acquistato un biglietto di andata e ritorno. Tuttavia, non è mai tornato a Venezia. Questo è lui 28. X. 1958 r. è stato eletto papa. Ha preso il nome di Giovanni XXIII. Fin dai primi anni del suo pontificato, ha voluto associarsi strettamente a tutta la Chiesa cristiana. Per questo scopo, non molto tempo dopo la sua elezione, ha annunciato al mondo intero la convocazione del Concilio Vaticano II. Questa decisione spontanea ha stupito tutti in tutto il mondo, e primo tra i cardinali. Nessuno se lo aspettava. Ne ha parlato lo stesso Papa : “Quando ho raccontato loro la mia decisione e ho visto il loro stupore, solo allora me ne sono reso conto, che ho iniziato una rivoluzione ".

Lo scopo del concilio doveva essere il rinnovamento interiore della Chiesa. Così l'ha chiamata il Papa in una conversazione con un ambasciatore : “Non vedo l'ora che arrivi aria fresca per la Chiesa. La polvere imperiale deve essere scrollata di dosso, edificata sul trono di San Pietro sin dai tempi di Costantino ".

Papa Giovanni era preoccupato per il crollo della Chiesa, che ha fatto così tanti danni. Cercava una via per l'unità. Così ha invitato al Concilio rappresentanti di altre Chiese cristiane come osservatori, per superare il muro dell'odio. In dialogo con altre denominazioni, ha messo in primo piano la legge dell'amore di Cristo. Lui sapeva, che solo lei è capace di cambiare il clima nelle relazioni reciproche. Pertanto, all'arcivescovo di Cambroi Guerry, quando lo ha ricevuto al consiglio, indicando la croce ha detto di sì : "Questo lo sapresti, come soffro, che così tante persone sono convinte, che la Chiesa li condanna. Faccio come lui (cioè, Cristo), Li raggiungo e li amo ". Grazie a questo atteggiamento, Giovanni XXIII vinse la resistenza dei fratelli separati e avvicinò il giorno dell'unità di tutti, che amano Cristo. Lui sapeva, che devi prima parlare con gli altri, quindi in 1960 r. ha creato il Segretariato per l'Unità dei Cristiani. Non solo voleva mettere il mondo sulla via dell'unità. Ha mostrato qualcosa di più - che la legge, che riconcilierà tutti, ci sarà giustizia. Fu quindi durante il suo pontificato che pubblicò l'enciclica Mater et Magistra (Sulle trasformazioni sociali contemporanee alla luce della scienza cristiana). La prosperità di alcuni, la miseria degli altri gli impediva di tacere. Pertanto, nell'enciclica, chiede un cambiamento nei rapporti sociali in nome della giustizia e dell'amore. Hai bisogno di pace per questo. E ancora nell'enciclica "Pace in terra" (Pace sulla Terra) indica i centri di guerra ancora emergenti. Ecco perché il Papa chiama tutte le persone di buona volontà, indipendentemente dalla religione, alla pace universale, basato sulla giustizia, la verità, amore e libertà. Per tutti gli sforzi volti a una pace duratura e alla comprensione tra le nazioni, ha ricevuto il. Balzana.

Ogni papa è anche un vescovo romano. Giovanni XXIII ha cercato di trovare il tempo per questo, essere nella realtà. Ha visitato le parrocchie della sua zona, ospedali, prigioni, istituti scientifici, seminari. Ha preso parte a diversi servizi liturgici a Roma. Ovunque portava benedizioni e gioia. Ha anche chiamato un sinodo romano. Lo ha presieduto personalmente e vi ha tenuto diversi discorsi.

Papa Giovanni XXIII rimase attivo fino agli ultimi istanti della sua vita, sebbene la sua malattia progredisse rapidamente. La sua notizia ha toccato tutti, credenti e non credenti, indipendentemente dall'età e dall'origine. Tutte le assicurazioni della preghiera si riversavano nella capitale della cristianità, delle sofferenze offerte nella sua intenzione. St.. Pietro era pieno di folle, che aspettava notizie della sua salute. Il Papa ha offerto gli ultimi momenti della sua vita per il Concilio e per la pace. Morte 3. NOI. 1963 r. ha riempito il mondo intero di profondo rammarico. Il buon Papa Giovanni XXIII è morto, ma fino ad oggi il suo ricordo vive nel cuore di tutte le persone.

Tutti lo chiamiamo un buon padre, protettore della pace, un pastore, che ha avvicinato l'intera Chiesa cattolica all'unità di tutte le confessioni cristiane.

Ti interessa sicuramente la persona di Giovanni XXIII. Puoi conoscerla meglio leggendo il libro : L. Percezione, ,,Giovanni XXIII "o da articoli della" Guida cattolica "z 1963 r.

Vale la pena prestare attenzione: La schiera dei papi

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.