Notate il fratello

Siamo orgogliosi di numerosi risultati tecnologici nel 21 ° secolo. Il loro frutto è una prosperità materiale sempre maggiore. Si sente molto parlare di come la società si prende cura delle persone. Dopotutto, crea molte istituzioni sociali che si occupano dell'uomo : asili nido, prima di scuola, orfanotrofi, sanatori, case di riposo, ospedali. Ma è tutto qui ?
Queste istituzioni possono possedere case di lusso, ottimi servizi, personale professionale, eppure le persone, chi ci sono, potrebbe mancare qualcosa. Che cosa ?…

Un fratello bisognoso

Lui chiede

Ragazzo, chi sta nell'orfanotrofio, si sente solo e chiama : ,,Voglio una madre, che mi abbraccerà, abbracci. Padre, chi mi dirà "figlio", e fratelli, chi mi amerà ". In una giornata calda, una madre si fa strada con il suo bambino su un treno sovraffollato. Sta chiedendo un posto. Li troverà ?
Una persona è spesso costretta a chiedere aiuto a un'altra persona. Non gli viene facilmente. È difficile chiedere a qualcuno una parola gentile, per consiglio, ascoltare con gentilezza e interessarsi ai nostri affari. Il "telefono di emergenza" non è anche il risultato di una mancanza di coraggio, chiedere direttamente aiuto a un'altra persona ?
E il tuo vicino avrebbe il coraggio di rivolgersi a te per chiedere aiuto? ?

Tace

Un vecchio è in piedi all'incrocio. La folla sta passando, e lui resta impotente. Nessuno era interessato a lui. Lui stesso non osava chiedere di essere preso. Ma il suo atteggiamento era una silenziosa richiesta di aiuto. Rimanendo in silenzio, supplicò.
Supplica in silenzio, vederlo, nonno o nonna malati a casa. Molte persone sole, persone anziane, e spesso l'aspettano i malati, che qualcuno si interessasse a loro e li aiutasse. Forse non indovini nemmeno, quante persone stanno aspettando il tuo aiuto. Sono impotenti nella vita. Sono spaventati, che gli altri avrebbero riso di loro. Serve una grande sensibilità, per vederli tra la folla. Stanno aspettando un essere umano, chi li capirà, non li ignorerà e sarà felice di aiutarli.
Idea, riesci a vedere quelli intorno a te, che silenziosamente chiedono il tuo aiuto.

Si sta nascondendo

La madre ha diversi figli. ho bisogno di aiuto. Ma si vergogna di chiedere di lei. Tuttavia, sarebbe grata, se le persone non chiedessero di venire in suo aiuto.
Ci sono anche tali, che non vogliono rivelare le loro esigenze, a volte molto importante e urgente. Li nascondono. A volte può venire dall'ambizione, spesso per timidezza. O forse gli viene ordinato delicatamente di nascondere i propri bisogni ? Queste persone non sono facili da individuare. Devi solo cercarli.
Riesci a scoprire queste persone nel tuo ambiente? ?

Attraverso di te, Cristo aiuta un fratello bisognoso

Gesù Cristo, predicando il Vangelo, si rivolse prima di tutto alle persone bisognose di aiuto. Il Vangelo ne parla come di persone privilegiate nel Regno di Dio. In loro Dio vede i suoi amati figli. Dona loro il suo amore in un modo speciale.
Dio ci sta chiamando, che siamo sensibili a tutti i bisogni umani, affinché possiamo correre con gioia a coloro che chiedono, notavano coloro che tacevano nella sofferenza, e hanno trovato quelli che si nascondevano e hanno mostrato loro amore. In questo amore reciproco, la nostra fratellanza e comunità la cresce e la rafforza. Ci riveliamo essere una vera famiglia di un solo padre, chi è l'amore. In noi, quando siamo sensibili ai bisogni degli altri e aiutiamo gli altri, Dio stesso è all'opera. Attraverso il nostro ministero, Dio stesso si avvicina alle persone che hanno bisogno di aiuto e mostra loro il suo amore. Come cristiani, non siamo soli in tutte le nostre opere di misericordia, ma cooperiamo con Dio che opera in noi. Ci invita, affinché possiamo essere strumenti consapevoli del suo amore salvifico. Dopotutto, ci ha dato questo amore tramite il battesimo.
Nella delicatezza di un'infermiera o di un medico, Dio agisce e mostra il suo amore per le persone. Attraverso il lavoro creativo e lo sforzo dell'ingegnere, educatori, il Dio contadino si avvicina ai bisognosi e si precipita ad aiutarli.
Quando aiutiamo altre persone con amore, allora rispondiamo alla chiamata di Cristo : “Sii misericordioso, come tuo Padre è misericordioso " (Luca 6, 36).

Come risponderò a Dio ?

Uno dei polacchi più importanti del XVI secolo., "Apostolo della misericordia", pz. Piotr Skarga lo chiamava così :
“Non tutti possono digiunare, prega a lungo, versare sangue per Cristo, ma tutti possono essere misericordiosi… Non puoi dare molto… dare poco… Non puoi dare soldi, dargli un consiglio, promemoria, scienza, una buona parola e consolazione. Ty, uno sano, salva i malati, uno non è caduto, dai la mano alla persona bugiarda, uno ricco, non lasciare i poveri… Siamo tutti misericordiosi, perché senza questa virtù gli altri sono come una casa senza un solo muro, un uccello senza una sola ala, piatto senza sale, discorso senza verità, fede senza opere ".

E tu, vedi un fratello bisognoso nel tuo ambiente ? Pensa alle parole della canzone :

"Quelli che non amano i cuori, che non amano i cuori,
Tutti vogliono giocare, tutti vogliono divertirsi,
Quelli che non amano i cuori, che non amano i cuori,
Il figlio di un vicino è morto oggi, accanto alla danza e al ronzio,
Nessuno vede le lacrime.
Quindi l'ira giusta sorge nel cuore, che ama.
Quindi la giusta rabbia si risveglia, l'ira di un buon Dio.
Quelli che non amano i cuori, che non amano i cuori,
Tutti vogliono giocare, tutti vogliono divertirsi.
Qualcuno così cattivo, l'anima piange di dolore,
Guarda invano la porta, nessuno lo visiterà,
Nessuno lo consolerà.
Così giusto…
Quelli che non amano i cuori, che non amano i cuori,
Tutti vogliono giocare, tutti vogliono divertirsi,
Qualcuno vecchio e solo lì, che gli darà il pane oggi ?
La povertà è entrata nella soglia, la fame lo fissa negli occhi,
Nessuno lo nutrirà.
Così giusto…
La notte passa, l'alba sta sorgendo, la notte passa, l'alba sta sorgendo.
Buone notizie stanno fluendo nel mondo, una nuova canzone ci chiama.
Vogliamo darti gioia, vogliamo dare amore oggi.
Una nuova canzone ci chiama, buone notizie fluiscono nel mondo,
Passa la notte, sorge l'alba.
Perché qualsiasi dolore guarirà il cuore, che ama
E il triste vedrà il sorriso di Dio in te ".
(Parole e Muse. : UN. Duval).

■ Pensa :

1. Co jest konieczne, che le istituzioni assistenziali possano veramente soddisfare i bisogni umani ?

2. Czy potrzebującym jest tylko ten, chi chiede aiuto ?

3. Kto jest uprzywilejowany w Ewangelii Chrystusowej ?

4. Z kim spotykamy się w potrzebujących ?

5. Przez kogo obecnie Chrystus chce dotrzeć do ludzi będących w potrzebie ?

■ Ricorda:

30. Kim są według Ewangelii ludzie potrzebujący pomocy ?

Secondo il Vangelo, le persone che hanno bisogno di aiuto sono persone, che Dio ama particolarmente.

31. Kim chrześcijanin ma być dla potrzebującego brata ?

Un cristiano deve essere per un fratello bisognoso, da cui Cristo gli concede il suo amore e accorre in suo aiuto.

■ Attività :

1. Odszukam ludzi w swoim środowisku, che posso aiutare.

2. Porozmawiam z katechetą, come posso essere coinvolto nell'azione di beneficenza in parrocchia, soprattutto nella "Settimana della Misericordia".

3. Ułożę Modlitwę wiernych na „Tydzień miłosierdzia”.

4. Postaram się o tekst „Krucjaty miłości” i zastanowię się, come attuare lo slogan di quest'anno.

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.