Il popolo di Dio partecipa attivamente alla Santa Messa.

Il popolo di Dio partecipa attivamente alla Santa Messa.

Ci sono vari raduni di persone. In uno stadio sportivo, A teatro, al cinema. Le persone sono solo spettatori, sebbene siano spesso coinvolti emotivamente. Ci sono anche altri incontri, in cui ogni partecipante prende parte attiva, per esempio.. club di interesse, club di discussione, incontri scientifici, così come le lezioni scolastiche.
santa Messa. è anche una congregazione. È sufficiente essere solo un ascoltatore e spettatore passivo? ?

Partecipazione attiva alla preghiera

L'assemblea eucaristica è prima di tutto un'assemblea di persone, che pregano con Cristo e per Cristo. Un sacerdote presiede questa assemblea, che ha ricevuto nel sacramento del sacerdozio una missione speciale e la partecipazione alla dignità sacerdotale di Gesù Cristo, l'unico Mediatore tra Dio e gli uomini. In suo nome svolge le sue funzioni nell'assemblea eucaristica.
santa Messa. è la raccolta delle preghiere di tutta la Chiesa. Pertanto, i cristiani non possono partecipare alla messa. solo osservatori e ascoltatori passivi, ma dovrebbero partecipare attivamente alla preghiera comune e fare tutto, ciò che appartiene a loro. Alcune preghiere, come per esempio. "Gloria nell'alto dei cieli", "Confessione di fede", canto gioioso dopo la prefazione "Święty, santo, santo "e" Padre nostro ", tutti i presenti recitano o cantano insieme al sacerdote. Questa preghiera comune esprime l'unione più profonda di tutti i partecipanti con Dio e tra di loro. Tutti i credenti sono, per così dire, un cuore e un'anima, quando dicono all'unanimità le parole della preghiera di lode, ringraziamento, espiazione e petizione. Ci sono anche molte preghiere, che il sacerdote dice a nome di tutti. Chiama i presenti a una breve preghiera personale. Quindi, quando un cristiano ascolta la chiamata "Preghiamo", non dovrebbe aspettare pigramente che un prete preghi, ma con parole tue pregare in silenzio. Solo un attimo dopo il sacerdote termina tutte le preghiere personalmente e tramite Cristo, presente in ogni Assemblea Eucaristica, li presenta a Dio Padre. Come segno della nostra comunicazione con la preghiera del sacerdote, rispondiamo "Amen", cioè. "Lascia che sia così".

Soprattutto, però, tutti i partecipanti al sacrificio della Nuova Alleanza dovrebbero unirsi al celebrante durante la grande preghiera eucaristica., in cui Gesù risorto trasforma il pane e il vino nel suo corpo e sangue glorificato e li offre per noi in offerta a Dio Padre. Non basta rispondere al sacerdote con le parole: "Rendiamo grazie al Signore nostro Dio", ma con pensieri e cuori ci si deve connettere con il contenuto della preghiera. La cosa più importante in questa preghiera è la co-offerta di tutti i partecipanti a Dio Padre con Cristo glorificato, attraverso lui e con lui. Un'espressione di questa co-offerta è la forte risposta "Amen" alla fine della grande Preghiera eucaristica.
Anche un cristiano nell'Assemblea eucaristica prende parte attiva al canto comune. St.. Paul incoraggia : “Lascia che la parola di Cristo dimori in te con (con tutto il suo) ricchezza : Insegnate con tutta saggezza e ammonitevi tramite i salmi, inni, canzoni piene di spirito, sotto l'influenza della grazia che canta a Dio nei vostri cuori " (Col. 3, 16).
Durante la Santa Messa. Si cantano anche i salmi, che erano la preghiera di Cristo, Apostoli e primi cristiani. Salmo, i canti e alcune preghiere cambiano ogni domenica e ogni festa, a seconda del contenuto e dell'umore delle letture delle Scritture. (gioia, bene, gratitudine).

Partecipazione alle attività liturgiche

Oltre alle preghiere, ci sono anche. anche attività, che fanno i laici cristiani. E anche loro condividono la dignità sacerdotale di Gesù Cristo. Il chierichetto aiuta il celebrante nello svolgimento delle funzioni liturgiche ; l'insegnante legge la parola di Dio ; il commentatore spiega al presente il significato dei vari riti del mistero eucaristico. Il salmista canta tra le lezioni, il canto collettivo è diretto da un organista.
Per le attività liturgiche più importanti, che ogni credente può soddisfare, appartiene : portare le offerte all'altare e presentarle al celebrante. Portando i frutti del loro lavoro quotidiano, i fedeli integrano tutta la loro vita nella glorificazione di Dio. I fedeli partecipano anche all'assemblea eucaristica attraverso certi atteggiamenti e gesti, determinato da regolamenti liturgici. Attraverso questi atteggiamenti e gesti, i fedeli esprimono il loro stato spirituale interiore, devoto. L'atteggiamento fondamentale dei partecipanti alla preghiera comune della Chiesa è in piedi. È un atteggiamento pasquale, esprimere la gioia della risurrezione e un atteggiamento pieno di riverenza e prontezza a compiere la volontà di Dio nella vita.

La postura inginocchiata al momento della transustanziazione significa adorazione, cioè la più alta adorazione di Cristo come Figlio di Dio. I cristiani si inginocchiano, quando passano davanti al Santissimo Sacramento, come segno di fede alla presenza di Cristo. Schiaffo al petto, durante l'atto di penitenza all'inizio della Santa Messa., è un segno di rimpianto e di ammissione di colpa.

Come risponderò a Dio ?

Adesso vedi, come un cristiano dovrebbe partecipare all'Assemblea eucaristica. Qual è la tua partecipazione ? Ti senti responsabile della preparazione e della conduzione di ogni Assemblea eucaristica ? Quando il celebrante ti chiede di accettare un'attività nell'Assemblea eucaristica, come accetti questo invito ? Ti pronuncerai?, anche se hai la preparazione adeguata per questo ?

■ Pensa:

1. Które modlitwy Mszy św. dovrebbero dire tutti i fedeli ?
2. Jaki sens ma wezwanie : "Preghiamo", seguito da un momento di silenzio ?
3. Jak włączamy się w wielką Modlitwę eucharystyczną ?

4. Jakie znaczenie mają wspólne śpiewy w Zgromadzeniu eucharystycznym ?
5. Jakie czynności we Mszy św. sono eseguite dai fedeli ?
6. Co wyrażają postawy i gesty liturgiczne ?

■ Ricorda:

81. La Chiesa ci tiene molto a questo, che i cristiani durante l'Eucaristia non sarebbero stati presenti come estranei e spettatori silenziosi, ma che partecipano consapevolmente, devotamente e attivamente (Di. KL 48).

■ Attività:

Scrivi, perché ogni cristiano dovrebbe sentirsi responsabile della preparazione e della conduzione dell'Assemblea eucaristica ?

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *